Primo articolo del blog

Salve a tutti! Per voi sono Mirtilla, come la comune bacca alla portata di tutti ma con una “a” finale. Di cosa parlerò qui? Di tutto direi. Sono ironica e sempre allegra ma anche molto, moltissimo polemica! Spero di strapparvi un sorriso e di farvi un po’ di compagnia!

Bene iniziamo!

Tema di oggi: come preparare bene un esame. Premessa essenziale: è da anni che vorrei creare un blog! Ebbene quale momento migliore se no nei pochi giorni che mi dividono da un esame? Sono sicura che capiti anche a voi, avete giornate tranquille, con poco da fare e poi le giornate di studio. In queste ultime la vostra mente elabora sequenze di cose che dovreste/vorreste fare -ma che non potete fare (perché dovete studiare ovviamente)- tali che x tende a più infinito. E così io iniziate ad appuntarvi tutto, perché una volta dato l’esame in quei due giorni di pausa -prima di iniziare a studiare per l’esame successivo- finalmente potrete fare il tutto. Ma la triste realtà è che in quei 2 giorni di pausa non farete niente! Avrete da vedere quelle 30 persone che nel periodo pre-esame vi avevano dato per morto e non solo, verranno fuori gli amichetti delle elementari che non vedevate da 20 anni, l’Avis che vi ricorda di donare il sangue, il dentista, le multe da pagare che non si sa quando avete preso (visto la vita da monache di clausura vissuta fino a quel momento), le pulizie da fare per l’invasione dei parenti nel vostro abitacolo, le ore di lavoro da recuperare per continuare a mantenere l’abitacolo …. e quindi niente i buoni propositi vengono messi da parte, pronti a tornare nel prossimo pre-esame. Bene questa volta io mi sono concessa una eccezione: il blog. Chissà magari qualcuno/a di voi mi svelerà come creare il tempo, oppure semplicemente lo perderete con me. Ma tutto questo per dire che non vi darò i soliti consigli: per preparare un esame staccate internet, spegnete il cellulare, bevete mille tazze di caffè e non dormite mai. La verità è che bisogna ottimizzare i tempi… eh come fare? Torniamo alla lista prima citata di cose piacevoli e sempre rimandate. Bene mettetevene almeno una al giorno, un po’ come rinforzo positivo: ho studiato e pra mi premio. Sì, il trucco sta proprio qui perchè facciamo un esame di coscienza: stiamo 18 ore su 24 davanti ai libri ma quanto è il tempo davvero dedicato allo studio? È fisiologico, il nostro cervello ha bisogno di staccare sovraccaricato da informazioni! E quindi impostate delle belle pause, chiamate un amico, guardate un video su youtube, mangiate una caramella, leggete un mio blog e poi riprendete e date il massimo fino alla pausa successiva! Io uso il metodo delle mappette concettuali perchè mi piace pastrocchiare, quindi leggo una 20ina di pagine, realizzo la mappetta e poi PAUSA! E sono brava, in genere mi concedo 10 minuti e si riprende! Niente stress! Per quando devo ripetere non ho ancora escogitato un ottimo piano di salvataggio (per cui commentate se ne avete!) anche perchè poi subentra l’amica ansia dei pochi giorni dalla fatidica data e quindi SI SALVI CHI PUÒ!

Buono studio/lavoro a tutti cari !

Mirtilla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...